Titanio per impianti dentali: le caratteristiche del materiale

titanio per impianti dentali

Il titanio è un materiale perfetto per gli impianti dentali, ma per quale motivo? Vediamo assieme le sue caratteristiche.

Titanio per impianti dentali

Il titanio viene utilizzato da diversi anni per realizzare gli impianti dentali, così come la ceramica. Gli impianti dentali di questo tipo sono realizzati grazie ad una vite, appunto, in titanio.

Sulla sommità della vite viene applicato un elemento di raccordo per collegarla ad una struttura protesica, che riproduce in tutto e per tutto il dente naturale. Ma per quale motivo si sceglie proprio il titanio come materiale negli impianti dentali? 

Le caratteristiche del titanio

Come prima cosa, dobbiamo considerare che il titanio è un materiale che ha una grandissima biocompatibilità. Ciò significa che si può legare facilmente con l’osso, riducendo al minimo i casi di rigetto, che si traducono in insuccesso della terapia.

Non può causare reazioni allergiche ed è anche estremamente resistente, nonostante sia molto leggero come materiale. Dotato di una bassa densità, è praticamente impossibile da corrodere: sappiamo bene come il cavo orale possa essere particolarmente acido, ma tale materiale è inattaccabile.

Non va ad alterare in nessun modo il sapore dei cibi e delle bevande; è, inoltre, radiopaco: ciò sta a significare che è visibile benissimo su di una lastra radiografica o su una radiografia digitale. Si stima che un impianto dentale in titanio possa durare davvero molti anni: circa 25, ma ci sono casi in cui dura anche tutta una vita. Tutto dipende dalle condizioni igieniche dentali della persona e dalle sue abitudini.

Vuoi avere ulteriori informazioni circa gli impianti dentali in titanio? Contatta il Centro Odontostomatologico di Lissone. Siamo uno studio medico dentistico che si trova nella provincia di Monza e Brianza e che è leader nel settore delle cure odontoiatriche, di prevenzione, ortodonzia, implantologia ed estetica dentale.

Da sempre usiamo tecnologie mini invasive e d’avanguardia per ridurre al minimo il numero di sedute e per dare comfort al paziente riducendo il dolore, grazie a particolari protocolli aziendali che mettono al centro i nostri pazienti. 

Denti fissi in poche ore: le soluzioni dell’implantologia dentale

denti fissi

Ottenere denti fissi in poche ore non è più un sogno irraggiungibile. Scopri come averli in pochissimo tempo grazie al Centro Odontostomatologico di Lissone.

Denti fissi in poche ore

Quando si parla della possibilità di avere denti fissi in poche ore, si fa riferimento all’implantologia a carico immediato.

Di che cosa si tratta? Si tratta di un impianto che permette di sopperire alla mancanza di denti nel giro di 36 ore. E’ indicata per tutti coloro che, per diverse esigenze estetiche, vogliono ottenere il loro sorriso subito dopo aver posizionato l’impianto.

L’implantologia dentale permette di inserire protesi fisse costituite da piccole viti, che  hanno lo scopo di simulare in tutto e per tutto l’azione svolta dalla radice di un dente naturale che è andato perduto per diverse cause.

Implantologia dentale a carico immediato: cosa prevede?

Condizione imprescindibile per poter effettuare l’implantologia dentale a carico immediato è la seguente: avere un supporto osseo adeguato.

Per capire se il paziente è idoneo a questo trattamento, quindi, il dentista lo dovrà sottoporre a delle indagini radiologiche, del calibro di panoramiche o OPT: (un’immagine bidimensionale di strutture che permettono di avere un quadro completo). Ancora, è possibile doversi sottoporre alla TC (Tomografia Computerizzata), per una corretta valutazione dei tessuti duri della bocca.

Per poter supportare un carico immediato, un impianto deve avere diversi indicatori o parametri. Se i valori sono buoni (almeno 70 su 100), l’impianto sarà pronto per essere caricato immediatamente. In caso contrario, sarà necessario optare per un carico differito.

Al termine dell’intervento, il dentista prenderà un’impronta, che servirà come protesi provvisoria. L’odontotecnico si impegnerà a consegnare al medico-dentista entro 24 o 36 ore dall’intervento.

Se passano più di 36 ore, infatti, non è più corretto parlare di carico immediato, ma di carico differito. Successivamente, il dentista provvederà a posizionare la protesi sugli impianti. Questo manufatto, ricordiamo, è provvisorio: per avere il definitivo ci vorranno dai quattro ai sei mesi.

Per sapere come fare ad avere denti fissi in poche ore, puoi contattare il Centro Odontostomatologico di Lissone. Ci occupiamo di implantologia, offrendo le migliori soluzioni personalizzate in base alla condizione del paziente.

Osteointegrazione impianti: di cosa si tratta?

osteointegrazione impianto

Andiamo a scoprire che cosa si intende con il termine osteointegrazione impianti e come avviene.

Osteointegrazione impianti

Quando si parla di osteointegrazione impianti si fa riferimento all’implantologia dentale. Il termine osteointegrazione è nato negli anni ‘60 e consiste nell’inserimento di un elemento esterno nell’osso, che deve andare così ad integrarsi in modo perfetto in esso. La qualità dei materiali, la professionalità e la precisione sono elementi imprescindibili per poter parlare di osteointegrazione impianti. 

Questi impianti, in genere, sono realizzati in titanio puro oppure in lega di titanio. Si tratta di un metallo che è molto leggero, ma anche resistente alla corrosione. Ha anche un’altra caratteristica importante, che lo rende perfetto per la sua funzione: riesce a stabilire una connessione diretta con l’osso senza provocare reazioni da corpo estraneo. Una volta effettuato il trattamento, la superficie implantare è ricoperta dall’osso e, quindi, l’impianto è pronto per poter svolgere il suo lavoro di supporto di una corona e potrà ricostituire un nuovo dente.

Come avviene l’osteointegrazione

In sostanza, l’osteointegrazione è un impianto dentale che consta di una specie di vite inserita nell’osso. Per applicarlo, si va ad incidere la gengiva, si prepara l’osso e si inserisce l’impianto. Non si tratta di un processo scontato, anzi. Spesso l’osteointegrazione non avviene correttamente e in questi casi si parla di rigetto.

Per aumentare la possibilità di riuscita del processo di osteointegrazione di impianti dentali, le protesi non dovrebbero essere applicate subito. E’ meglio, infatti, attendere un periodo che va da un minimo di tre mesi ad un massimo di sei mesi, per dare la possibilità agli impianti di integrarsi senza subire problematiche, come quelle relative alle sollecitazioni dai carichi occlusali.

Hai bisogno di un trattamento di osteointegrazione di impianti? Puoi contattare lo Studio Odontostomatologico Lissone. Siamo uno studio dentistico che eccelle nel campo dell’implantologia, anche grazie alla tecnologia All On Four, che è una moderna tecnica odontoiatrica che permette di riabilitare intere arcate dentali molto danneggiate o compromesse. Vuoi saperne di più? Contattaci presso il nostro sito internet e fissa un appuntamento con i nostri esperti.